venerdì 24 novembre 2017

Recensione di Silvia: "Vorrei essere mio fratello. The Wolfe brothers: 2" di Markus Zusak

Titolo: Vorrei essere mio fratello
Serie: The Wolfe brothers #2
Autore: Markus Zusak
Editore: Frassinelli
Uscita: 31 ottobre 2017


SINOSSI 

La famiglia dei fratelli Wolfe sta passando un brutto momento. Il padre ha perso il lavoro, soldi ce ne sono sempre meno, e il clima in casa è sempre più pesante. Per questo Cameron e Ruben accettano di entrare nel circuito degli incontri clandestini di boxe tra ragazzi. Con le scommesse e le mance si può guadagnare bene. Naturalmente lo fanno di nascosto dai genitori, e Cameron dovrà anche nascondere, persino a se stesso, quello che prova per la ragazza che viene sempre agli incontri, e che sembra avere occhi soltanto per Ruben. Ma i due fratelli presto capiranno che stanno combattendo per qualcosa di più importante dei soldi, persino delle ragazze: combattono per la loro dignità, combattono per scoprire chi sono veramente. E combattono l'uno per l'altro.

RECENSIONE 

Il secondo volume della serie sui fratelli Wolfe mi ha colpito ancora di più del primo libro, soprattutto per la copertina che ho trovato azzeccata e piena di significato. Rappresenta perfettamente il senso di fratellanza, il coraggio, l'affiatamento tra Cameron e Ruben. Sì, sempre loro... due fratelli così diversi, ma allo stesso tempo simili. Gli ho adorati, amati, supportati, capiti. In questo secondo volume sono cresciuti e maturati e si trovano a dover affrontare le difficoltà della vita, i pochi soldi della famiglia, il padre senza lavoro... un clima per niente sereno e tranquillo. Si affacciano all'età adulta e al mondo vero, dove la realtà è cruda, schietta e non risparmia nulla.
Ma questo non li fermerà. Anzi, il loro legame si rafforzerà ancora di più, dando loro la possibilità di scoprire la bellezza dell'affiatamento tra fratelli e il coraggio di affrontare questa vita che a volte ti pone davanti a situazioni dolore e ardue, ma che insegnano e fanno crescere.
Complimenti a Zusak per questo secondo volume che ho trovato ancora meglio del primo e dove ho potuto seguire i fratelli Wolfe, soprattutto Cameron, il mio preferito in assoluto. Un ragazzo così riflessivo, particolare, introspettivo!!!!

VALUTAZIONE