lunedì 7 maggio 2018

Le recensioni di Maria Rosa: "Cuore di Neve - Le cronache di Ragnarok" di Debora Mayfair


Ed eccoci alla prima recensione di giornata! Maria Rosa ci parla di un libro targato DZ edizioni, uscito poco prima di Natale. Scopriamo cosa pensa del libro di Debora Mayfair.



Titolo: Cuore di Neve 

Autore: Debora Mayfair 

Edizione: DZ edizioni

Genere: Paranormal romance

Data di pubblicazione: 19 Dicembre 2017 

Prezzo: cartaceo 14,90 € , ebook 2,99 € 


Sinossi

Bianca sta finalmente ritrovando il suo equilibrio. Ha chiuso la relazione affettiva con Teo, ma non il suo rapporto con l’uomo, disposto a tutto, anche a mettere a repentaglio la sua vita, per proteggerla. Lui è il suo Cacciatore, lei una Regina degli Spiriti: il legame che li unisce è saldo come l’acciaio. O almeno è quello che credono entrambi. Il ritorno del primo amore di Bianca, Hallbjörn, dall’Islanda, metterà infatti a dura prova non soltanto il rapporto tra lei e Teo, ma anche la salute psichica della ragazza, messa sempre più in crisi dalle frequenti lacune nella sua memoria.
Enormi falle nei suoi ricordi le impediscono di rammentare fino in fondo chi lei sia e quale sia il suo ruolo.
Quello che infatti Bianca non immagina è che gli ingranaggi del Ragnarök, creati da lei stessa in un tempo dimenticato, stanno iniziando a muoversi e incastrarsi a ogni suo passo.
Il destino dell’universo è appeso a un filo e alla sua capacità o meno di ricordare…




Recensione

Buongiorno Disasters! Oggi vi parlo di questo bel libro che mi ha lasciato tante sensazioni e molte contrastanti tra loro... Spero di riuscire a farvele capire!

Bianca, la protagonista, un mattino si ritrova nel letto un bel ragazzo biondo: le sembra quasi di essere tornata ragazzina col suo primo amore, Hallbjörn che l'ha abbandonata e spezzandole il cuore... ma lei è cresciuta, ha riaperto il suo cuore, si è sposata e, anche se si è poi separata da Teo, sono comunque molto legati.

Teo è il suo cacciatore, non solo il suo amore ma anche quello che la protegge dagli incubi, lei che è una Regina degli Spiriti...
In realtà nel suo letto c'è davvero Hallbjörn e questo smuoverà la tranquilla vita di Bianca mettendola di fronte a se stessa, alla perdita dei ricordi, al suo rapporto con Teo e all'arrivo del Ragnarök.... e Björn  è intenzionato a riprendersi la sua Bianca che lo affascina ancora, come un lupo attratto dalla Luna....



Da qui in poi il libro dovete leggerlo voi! Lo dovete fare per scoprire tutte le sfumature dell'amore di Teo e Bianca e la loro lotta contro gli incubi che le cancellano i ricordi, e quelle mai sopite tra Björn e Bianca che si ritrovano uguali ma diversi dopo tanti anni. Vorrei raccontarvi degli intrecci che caratterizzano questo libro ma... non si può!! 

Premetto che in realtà l'ho letto due volte, perché sono una divoratrice, voglio sempre sapere tutta la storia e leggo talmente in fretta che arrivata alla fine un paio di cose non mi erano chiare. La storia è coinvolgente ed interessante ma deve essere letta con particolare attenzione, perché i particolari sono davvero molti e tra sogni, diari, ricordi e visioni, ad  un certo punto si potrebbe fare un po' di confusione.

L'autrice racconta i suoi personaggi in modo accurato sviscerando paure e passioni e i loro sentimenti ti coinvolgono e trasportano nella storia, ma allo stesso tempo te ne allontanano: è come se bisognasse leggere due volte il libro, una volta perché i sentimenti ti trasportano e coinvolgono talmente che tutto passa in secondo piano, e una seconda volta per cogliere la storia fantasy, i miti Norreni, la scenografia narrativa.
La lettura è scorrevole, ma molto articolata, completa ma allo stesso tempo troppo carica di particolari, necessari alla narrazione, certo, ma davvero tanti.
L'evoluzione di Bianca ad un certo punto e' come se spezzasse in due la storia, lei che è cosi fragile e perde i ricordi ,diventa la guerriera che Teo ha addestrato ma intrappolato col suo troppo amore....
Insomma il libro mi è piaciuto molto. Brava Debora!!
Finisco parlandovi della cover, che di solito non noto molto, ma questa e' molto accattivante, perciò vorrei fare i miei complimenti anche a chi si è occupato della grafica.