martedì 5 giugno 2018

Review Party: "No filter: L'amore non segue un copione" di Jen Klein


Dopo aver pranzato, torna Ilenia con un altro Review Party! Dopo "Playlist", torna Jen Klein con un nuovo young adult.. scopriamo insieme a Ilenia la storia di Rainie.


Titolo: No filter: L'amore non segue un copione

Autore: Jen Klein

Editore: De Agostini

Prezzo: 6,99 €

Genere: Young Adult

Data di uscita: 05 giugno 2018



Sinossi

Rainie conosce benissimo i suoi difetti. Potrebbe elencarli a occhi chiusi e non le basterebbero le dita di due mani. Tanto per cominciare, è pigra, incostante, inaffidabile. Ma non ha intenzione di cambiare. Perché sprecare energie a migliorarsi quando i problemi si possono semplicemente ignorare? D’altra parte è impossibile trovare uno scopo nella vita per una ragazza che non ha mai avuto una vera passione. Se solo riuscisse a capire ciò che le interessa davvero, tutto sarebbe più facile. E all’improvviso incontra Tuck. Entusiasta, determinato e intraprendente. Rainie se ne innamora a prima vista. Quel ragazzo, così diverso da lei, diventa la sua passione. Conquistarlo, il suo scopo. Disposta a seguirlo a ogni costo, Rainie decide perfino di fare domanda presso la scuola di teatro in cui lui lavora durante l’estate. Ma quando sembra che ogni cosa stia andando come nel più consumato dei copioni, Rainie si imbatte in Milo, carino e appassionato di fotografia. E l’amore, si sa, è imprevedibile e presto scombina le carte in tavola. Adesso che i ragazzi sono diventati due le cose si complicano e Rainie dovrà finalmente affrontarle.
Dopo il successo di Playlist. L’amore è imprevedibile, Jen Klein torna con una nuova irresistibile commedia romantica che colpisce dritto al cuore.




Recensione

Di questa autrice avevo letto "Playlist" ed ero rimasta colpita. Con uno stile particolare, molto empatico e riflessivo, l'autrice ci riporta indietro negli anni, a quando eravamo piccole adolescenti confuse.

Confusione è la parola d'ordine per Rainie: circondata da amiche che hanno piani decennali già programmati, la nostra protagonista non sa cosa vuole fare, né in un futuro breve, né in quello più lontano. Durante una delle tante giornate di fine anno scolastico, Rainie è annoiata, stanca di sentire stupidi monologhi della compagnia teatrale. Tutto cambia quando sente il monologo di Tuck.
«Sei una canoa» mi dice (e forse lo dice anche al resto dell’auditorium). «E galleggi. Senza una meta. Alla deriva. Sballottata dalle onde dei motoscafi che ti superano. Loro sanno dove sono diretti. Hanno tutti un programma. Ma tu… tu no.»
Questo è solo l'inizio del discorso ma, complici le parole e lo sguardo di Tuck fisso nel suo, Rainie si sente compresa. Sente che c'è qualcuno che la capisce, che sa cosa significhi non avere un piano, una meta, una direzione. E sente di perdere la testa per il ragazzo. Cosa fare in questo caso? Ma sì, se la testa l'hai persa, non puoi fare altro che prendere decisioni avventate.

E' così che la ragazza che non porta mai al termine qualcosa, la ragazza che si annoia facilmente, riesce a trovare un lavoro in un campo estivo dedicato al teatro. Solo per seguire Tuck, per farlo innamorare di lei, tanto quanto lei pensa di amare lui. Si ritrova a dover vivere con Ella, la ragazza che era sua grande amica ma dalla quale si è allontanata, ma queste settimane non saranno solo per Tuck: la sfida più grande, Rainie ce l'ha con se stessa. Deve lavorare come attrezzista, deve RECITARE in uno spettacolo e deve evitare di mandare all'aria tutto.

Ma cosa succede se invece di provare le farfalle nello stomaco per Tuck, le provasse per Milo? Milo che altro non è che l'ex di Ella? Tra dilemmi morali, amicizia e tanti casini come solo gli adolescenti sono in grado di combinare, Rainie riuscirà a trovare il suo posto nel mondo? a realizzare i suoi progetti?

Beh, lo scoprirete alla fine di questa lettura!! il vero tocco di classe di questo libro non sta nell'avere dei protagonisti giovani, ma nell'intrecciare le storie con il teatro e con la mitologia greca. E così, oltre alla storia di Rainie, impariamo qualcosa del dietro le quinte, le superstizioni, il lavoro vero e proprio, ma anche tanta storia: si parte da un punto A e ognuno di noi vede una definizione diversa, la storia viene interpretata, viene analizzata e capita anche in base a quello che uno vive.

Un romanzo delicato, dove le tempeste ormonali e gli approcci al sesso non sono un punto saldo della storia; ma anche una storia divertente e profonda, nella sua semplicità. I dilemmi della protagonista sono i dilemmi che abbiamo affrontato tutti noi alla sua età, facendocela apprezzare di più!
Sicuramente una lettura consigliata!



PS: Non perdetevi le altre tappe di Review Party! è sempre bello leggere cosa ne pensano gli altri :)