lunedì 9 luglio 2018

Le Recensioni di Serena: "Revenge" di Manuela Ricci


Chiudiamo la giornata con una nuova recensione ad opera di Serena: ci parla di Revenge di Manuela Ricci, edito da Butterfly Edizioni.



Titolo: Revenge

Autore: Manuela Ricci

Editore: Butterfly Edizioni

Collana: Digital Emotions

Genere: Romantic suspense

Data di pubblicazione: 6 giugno ebook / 26 giugno cartaceo

Prezzo: 4,99 € ebook / 16,00 € cartaceo




Sinossi

E se tutto quello in cui credi fosse una bugia?Bryanna Bailey sta scappando da un passato difficile che vuole dimenticare. Nasconde la sua vera identità fra segreti e bugie solo per avvicinarsi lei stessa alla verità che le è stata strappata. Sa che i sentimenti possono far solo del male e vive nell'indifferenza senza lasciare avvicinare nessuno, perché da quando ha perso tutto, ha sete di vendetta. Nessuno sa chi sia realmente la ragazza che si aggira indisturbata fra i corridoi della scuola. Solo quando il suo mondo inaspettatamente entra in collisione con quello di Alexandre Wood dovrà cercare di tenersi lontana da quello sguardo magnetico che scava nella sua anima in cerca di risposte che non può dargli. Ma Bryanna non è la sola ad avere una vita nascosta. Anche Alex ha dei segreti... Le loro vite sono state segnate da un destino che ha mischiato male le sue carte. E quando ogni segreto verrà svelato cosa succederà? Riusciranno a sopravvivere a loro stessi o verranno travolti dalla verità? Un debito da saldare Una vendetta studiata per anni Un passato oscuro da nascondere Non fidarti delle apparenze...




Recensione

Appena ho saputo dell’uscita di questo romanzo, sono stata attirata dalla cover, dal titolo e dalla trama; insomma è sbocciato l’interesse al primo sguardo, purtroppo però ne sono rimasta un po’ delusa. Non ha rispecchiato le mie aspettative e l’entusiasmo iniziale si è trasformato in una cocente insoddisfazione. Andiamo insieme ad analizzare quest’opera, così potrete voi stesse capire di cosa sto parlando.

La protagonista è Bryanna Bailey, una ragazza di 18 anni che in realtà nasconde un’altra identità. Bailey è il cognome che ha assunto dopo essere stata presa in affido, il suo vero nome è Archel e nasconde un passato che ha tentato in tutti i modi di seppellire sotto cumuli insormontabili.
"Pensavo sempre che il passato era passato e doveva essere come un libro già letto, bisognava chiuderlo e lasciarlo sullo scaffale a prendere polvere senza mai più riaprirlo."
Tutto nella sua vita è cambiato la notte in cui ha perso i genitori e l’amato fratello in circostanze tragiche e misteriose. Già destabilizzata per il trasferimento che l'aveva allontanata dalla sua più cara amica e dal suo ragazzo, non avrebbe mai sospettato che la nuova città diventasse la tomba dei suoi cari; nell'oscurità della sera, erano stati aggrediti e uccisi da 3 ragazzi misteriosi alla ricerca di un passatempo adrenalinico, qualcosa che movimentasse la loro serata: una semplice bravata si era trasformata in un efferato omicidio, tre spari di pistola ben assestati avevano strappato a Bry in un colpo solo la sua famiglia e, con loro, era morta anche una parte di lei. Il suo cuore si è fermato dopo quel traumatico evento, come anestetizzato da un dolore insopportabile. 

Lei, miracolosamente scampata a quella strage nascondendosi nel buio del sottotetto, avrebbe preferito spirare con loro anziché vivere con la morte nell'animo, la tristezza negli occhi e il dolore martellante nel petto. Bry quella notte è scappata, è stata ritrovata stremata, confusa e sotto shock, allora ha preso una decisione, la decisione più importante della sua vita: cancellare il passato, la sua vecchia identità, fare finta di non ricordare nulla, di non essere collegata a quegli eventi. A 16 anni si trova a vivere in un istituto fatiscente, freddo e impersonale, la sua unica ancora di salvezza sarà il legame sempre più tenace che riesce a stringere con Jay, un ragazzo che come lei ha perso tutto, a cui la vita ha giocato un brutto colpo, un ragazzo che gli ricorda tanto il suo adorato fratello. Jay diventa il suo punto fermo, il suo sole nelle giornate di pioggia, la luce che la guida nell’oscurità.

Tutto sembra procedere per il meglio quando entrambi vengono affidati ai coniugi Bailey e quel legame di fratellanza che sentivano già inciso nel petto diventa ufficiale. Bry e Jay hanno deciso di non rivelarsi mai il loro passato, che celano segretamente anche al resto del mondo, hanno deciso di risorgere insieme, aggrappandosi l’uno all'altra per rimanere a galla in quell’esistenza che li ha già precocemente fatti a pezzi. Bryanna, giustamente, non è più stata la stessa: non conosce più la felicità, non ha speranze per il futuro, passa le giornate senza uno scopo, è strana ed introversa, non ha amiche, cammina al margine della società, non segue regolarmente le lezioni, studia poco e non ha interessi. L’unica cosa che anima la sua vita è il desiderio di vendetta, la rabbia che la spinge a cercare quella verità insondabile e temibile, chiudere il cerchio del passato, riscattare i suoi amati, farla pagare a chi l’ha privata di tutto.

Il punto di svolta lo abbiamo quando incrocia gli occhi stupendi di un azzurro infinito di Alexandre Wood, fratello del suo amico Desmond: qui Bryanna tornerà a respirare, un solo sguardo a quel ragazzo misterioso e schivo e nel petto percepisce quello sfarfallio che la riporta in superficie, una boccata d’aria dopo tanto soffocare.
“Quegli occhi color ghiaccio che erano riusciti a sciogliere una parte di me,quella parte che pensavo non avrebbe più sentito certe emozioni”.
Alex però non è certo un ragazzo raccomandabile, ha i suoi trascorsi complicati, mille segreti ed inganni animano le sue giornate, il pericolo per lui è all'ordine del giorno. Fin da subito tra loro si accende un fuoco che divampa senza sosta improvviso e potentissimo, arde nel loro profondo più nascosto, li consuma e li rende vulnerabili, perciò tenteranno in tutti i modi di starsi lontano per proteggersi dall’altro e dalle loro bugie. Il passato di Alex è inaspettatamente legato a quello di Bryanna. I due cercano di costruire la loro instabile storia d’amore e passione sull’apparenza: lei non può rivelarsi per quello che è realmente proprio ora che la sua fame di riscatto la sta portando verso una sanguinosa vendetta, è sempre più vicina alla verità non può cedere. Ma le è sempre più difficile celare i suoi segreti ad Alex che con un solo gesto, uno sguardo e un suo tocco le scava l’anima.
Alex non è da meno,i sotterfugi e le mezze verità che propina a Bry nella speranza di non coinvolgerla in quel baratro intricato in realtà li legano sempre più come un cappio che stringe e stringe senza via di scampo.

Cosa succederà quando tutta la verità verrà alla luce, quando entrambi gettarono la maschera verranno allo scoperto e riveleranno i loro segreti? Può una storia nata nella menzogna superare delle bugie così dolorose? Quando cadrà finalmente il velo dell’apparenza, Bryanna saprà far fronte a quel sentimento vivo e pulsante d’amore nato per Alex oppure la paura sarà talmente grande da separarli per sempre? Saprà perdonargli le sue colpe? Riusciranno a darsi una seconda possibilità?

Spesso il destino è imprevedibile e meschino, sarà inutile calcolare ogni mossa e ponderare ogni azione, lui scompiglierà le carte in tavola, in un ordine nuovo, diverso, non calcolato e potranno solo abbandonarsi a quella marea di eventi che li travolgerà.
Prima di arrivare al tanto sospirato finale, dove ogni cosa prenderà un senso e dove ogni mistero verrà svelato, Alex e Bry attraverseranno numerose complicazioni, colpi di scena, dolori e perdite devastanti; cambieranno, soffriranno, si perderanno, conosceranno sentimenti nuovi troppo dirompenti per essere ignorati e cercheranno di costruirsi un avvenire, ma solo una cosa può succedere quando i fondamenti si reggono su falsità instabili ed evanescenti.
Il lettore insieme ai personaggi pagina dopo pagina scioglierà quella matassa ingarbugliata di doppi nodi.

Bry è una protagonista davvero tormentata, sopravvive con angoscia, dopo aver perso tutto ciò che aveva di più caro ha reso il suo cuore impermeabile alle emozioni, i sentimenti portano solo dolore e vanno per ciò evitati, nessun contatto è concesso. Solo Jay saprà scalfire quella corazza ma comunque solo superficialmente, l’unico che riuscirà a scavare in profondità nella sua interiorità più recondita sarà Alex. Lei che ha sempre cercato di soffocare il suo passato e con ciò la sua vera natura non ha saputo resistere a lui capace di abbattere quel muro con un solo sguardo. Diventerà sempre più vulnerabile, avrà una paura indicibile di riperdere tutto, il terrore la porterà a negare l’evidenza, a usare la rabbia, l'odio e la violenza per farsi male dato che è l’ unica cosa che pensano di meritare, l’unico sentimento di cui ricordano il sapore, ma non potranno scappare per sempre da ciò che sono realmente, non potranno continuare all’infinito a negare di far parte di quel passato, solo così potranno guardare al presente per costruirsi un futuro.
“Sento qualcosa che si rompe, non è qualcosa di materiale, siamo noi, quello che eravamo si è appena spezzato. Riparte e io non faccio nulla per rimediare, avrei solo voluto che in quel momento anche lui mi parlasse di quella sua vita passata, degli errori commessi e del dolore che prova.”
Sicuramente di questo libro ho apprezzato la cover e il titolo veramente pertinenti al tema narrato. Le tematiche sono davvero originali e inedite: argomenti importanti come la criminalità, il disagio giovanile, le dipendenze, l’ambientazione poliziesca tra night club, bische clandestine, agguati, escort e malviventi.Con dispiacere però spesso mi sono trovata davvero spaesata durante la lettura, troppi colpi di scena frettolosi, eventi che si susseguivano senza spiegazione, continui ribaltamenti di situazione, personaggi infiniti e privi di caratterizzazione. La stessa storia d’amore a mio avviso sembra nata dal nulla, senza un fondamento. Il lettore non riesce a comprendere su che basi poggia l’attrazione, il legame e l’interesse dei due protagonisti.

Spesso i personaggi si comportano in modo irreale, portano avanti situazioni ed azioni che ho percepito troppo distanti dalla veridicità, hanno atteggiamenti che non rispecchiano per niente l'età e il contesto in cui vivono dei ragazzi appena maggiorenni, non sono perciò riuscita ad entrare in sintonia con loro, non si è creato un feeling che mi portasse ad essere partecipe degli eventi che si stavano svolgendo. In conclusione avrei preferito un minor numero magari di colpi di scena ed eventi traumatici, dando invece maggior rilievo alle emozioni, alle sensazioni ed ai pensieri dei personaggi.