giovedì 21 marzo 2019

Release blitz e Recensione in anteprima: "Punizione divina" di Paola Chiozza


Dopo una lunga attesa, finalmente ritornano Giuditta e Scott grazie a Salani Editore. Lo scorso anno, in questo periodo, arrivava negli stores Punizione divina di Paola Chiozza, e da oggi anche chi non è riuscito a leggere questo romanzo può finalmente rimediare! Stefania ha avuto il piacere di rileggerlo di nuovo per il blog e ve ne parla in anteprima oggi.

Titolo: Punizione divina

Autore: Paola Chiozza

Editore: Adriano Salani Editore

Genere:  Commedia romantica

Data di pubblicazione: 21 marzo 2019

Prezzo: 16,90€ cartaceo

https://www.amazon.it/Punizione-divina-Paola-Chiozza/dp/8893818736/

Sinossi

Giuditta Moretti, fashion victim milanese e brillante studentessa universitaria, è al settimo cielo. Per concludere il suo percorso di studi manca solo il tirocinio a New York, in una grande banca d’affari. L’attendono un lavoro interessante e la città più bella del mondo: comprare quello splendido paio di scarpe Jimmy Choo che la chiamano dalla vetrina è il degno modo di festeggiare.
Ma qualcosa va storto, e per un errore di smistamento la sua destinazione non è più Manhattan, ma un inutile ranch sull’orlo del fallimento nel Montana: cavalli (non lo stilista, purtroppo), tori, mucche e puzza di sterco. E Scott Sullivan, figlio del proprietario del ranch: un arrogante cowboy tutto muscoli e presunzione, che per di più si veste in modo orrendo.
Giuditta, seppur disperata, sa che si tratta solo di tenere duro qualche settimana, cercando di migliorare la disastrosa situazione economica del ranch. Poi potrà tornare a Milano, alla sua laurea, ai suoi adorati negozi, alla sua vita di sempre e tutto questo sarà solo un brutto ricordo.
Semplice, no?
No.
Tra figuracce, momenti di disperazione e cortocircuiti ormonali Giuditta sta per scoprire il vero volto del sacrificio e dello spirito d’iniziativa.
E forse anche quello dell’amore.
Una storia geniale ed esagerata di amore, moda e di finanza.



Recensione


Vi ricordate di questa cover? Lo scorso anno sui social era ovunque. E' così che ne sono venuta a conoscenza. A suon di estratti spassosissimi, Paola Chiozza mi ha stregata e contavo i giorni che mi separavano dal poter leggere il romanzo con trepidazione. Nel frattempo, per Ilenia è stata la fine, le ripetevo in continuazione che quel libro dovevo leggerlo io per il blog ad ogni costo, quando voglio so essere molto stressante! 
Ritirato dalle vendite qualche mese dopo, ecco che oggi ritorna con un nuovo outfit degno della sua protagonista, Giuditta Moretti. 

*Vi avviso: il contenuto non è cambiato, c’è solo una piccola aggiunta, un regalino per chi non ha potuto far altro che amare Giuditta & company.

Giuditta Moretti, studentessa milanese, figlia unica di due genitori molto presenti che la coccolano e viziano dal primo vagito, è pronta a calpestare il suolo americano con le dècolletè Jimmy Choo che tanto desidera e sogna di vedere nel suo armadio super firmato. New York l’attende a braccia aperte e lei non può sfigurare. Quattro mesi a stretto contatto con le migliori personalità dell’ambiente finanziario vanno organizzati al meglio perché si sa, l’aspetto è la prima cosa che si nota. Quindi armata di ogni capo pregiato, borsa, pochette e scarpa che possiede, attende il giorno della partenza.

E ora il tasto dolente. Per un errorino, erroraccio è meglio dire, la migliore studentessa di Economia  della Bocconi non avrà come meta la grande mela ma un paesino sperduto del Montana. Avete capito bene, si ritroverà a dover gestire la contabilità di un ranch turistico con qualche problema economico. Un disastro epocale, una catastrofe, un cataclisma per la nostra sofisticata protagonista che, nonostante la disperazione, non le resta che accettare il destino infame e sperare di veder volare i mesi che la separano dalla civiltà.

“«Montana…» farfugliai, incapace di realizzare l’assurdità della notizia. «Montana! Che cosa diavolo è il Montana? Una marca di carne in scatola?»”

Come può sopravvivere quattro mesi nel nulla, senza la possibilità di sfogarsi con lo shopping sfrenato, senza internet e senza gli altri mille mila bisogni di primaria importanza?!
Al suo arrivo la situazione è disperata. Il ranch sopravvive a stento e i creditori sono alle porte pronti a batter cassa. Giuditta si ritrova a dover far quadrare i conti del disastro con la piena fiducia della famiglia Sullivan, o per lo meno… di una sua parte!

Il capofamiglia le è grato per l’aiuto, Emmy la piccola peste di casa - non potete capire quanto sia furba e subdola - la prende subito in simpatia, diventano complici e, spesso e volentieri, i vari siparietti comici le vedono coinvolte insieme nei progetti per salvare il ranch . E poi ci sono loro, Mike gran bel culo, sottolineo ed evidenzio gran bel culo e poi capirete perchè questo dettaglio è molto importante ;), e l’affascinante Scott che, da subito, fa sbavare per il fisico scolpito nel marmo.
E con quest'ultimo ne vedremo di belle. Impossibile non notare tanta bellezza! Ma Giuditta è immune, si fa per dire, al fascino del cowboy. Decisa a resistergli e distinguersi da tutte le fanciulle che svengono al suo passaggio, cerca di ignorare lui e i suoi attacchi sempre più diretti. Ma si può veramente rifiutare tanto ben di Dio?

“L’ultima volta che avevo visto un ragazzo così divino era stata quando Sonia mi aveva regalato un calendario sexy che raffigurava uomini dal fisico scolpito in posizioni equivoche. Equivoche, come i miei pensieri in questo momento.”

Via via diventa sempre più difficile resistergli. Il desiderio la divora ma è troppo ancorata ai suoi preconcetti e al non voler cedere, rischiando più volte di allontanare il ragazzo per le parole poco educate con cui lo identifica.
E come allora, qui mi fermo. Essendo una commedia romantica il lieto fine ci sarà ma è il come ci arriviamo che è interessante, divertente e condito con un pizzico di dramma.

La prima lettura mi ha preso spesso alla sprovvista, lasciandomi interdetta di fronte ad una protagonista che sembra una pagina di Wikipedia per quanto conosce bene ogni più piccola cucitura dei capi che possiede, oltre a come riesce a calcolare tassi di cambio e percentuali senza utilizzare una calcolatrice. La matematica con lei ha finalmente uno scopo!
Ma a renderla ancora più eccentrica ci pensano loro, nella sua testa ospita nientepopodimeno che due vip del mondo patinato, Donatella Versace e Anna Wintour prendono il posto dei classici diavoletto/angioletto, le parlano, la consigliano e i dibattiti sono spassosissimi. Vogliamo aggiungerci un santino nel portafoglio? Giorgio Armani proteggila tu!

Questa seconda volta in sua compagnia sapevo a cosa andavo incontro, ma la bellezza è stata ritrovarmi a ridere per battute e strafalcioni che già conoscevo, ad emozionarmi per ciò che succede e a ritrovarmi in ciò che avevo pensato la volta scorsa oltre che il piacere di girar pagina con la stessa voglia di scoprire cosa mi attendeva dopo.
Le gaffe di Giuditta sono imbarazzanti. Senza filtri, parla spesso senza pensare, si ritrova a far danni ogni due secondo e ogni volta in modi più assurdi dei precedenti.
L’ho adorata al 100% per questa sua esuberanza, per la vitalità, per il sarcasmo con cui nasconde le insicurezze e cerca di proteggere il cuore e soprattutto per le frasi che le escono in modo naturale ma tremendamente sconcertante.

Scott… sbattimi come un telecomando quando stanno finendo le batterie.

Questa frase rimarrà scolpita nella mia mente!

Insomma, è impossibile non volerle bene!
Armata di tacchi e vestitini alla moda porterà scompiglio nella famiglia Sullivan.
E non solo. La stessa Giuditta si trova al centro di un uragano che la porterà a riflettere e rivedere tante convinzioni. A primo impatto può sembrare molto frivola, snob, ma non lo è. È pazza, sconsiderata, ambiziosa ma non egoista. È proprio Scott con i suoi sacrifici a dare il via al cambiamento.

Ho passato la mia adolescenza a programmare il futuro. Era tutto scritto in modo preciso e puntiglioso… ma qualcosa è andato storto. Nella mia vita è piombato Scott, così diverso da me. Lui ha messo in discussione ogni mio piano. Ha distrutto ogni mia singola convinzione.

Scott Sullivan, come avete capito, è l’uomo che non deve chiedere mai. Le donne cadono ai suoi piedi, lo idolatrano e poco importa se dopo le butta via come carta straccia. Con orgoglio sfoggia la sua natura di playboy, ma in realtà è tutta una facciata. Aspetta la donna giusta, quella che è disposta a stare con lui, ad accettare la sua famiglia con pregi e difetti, e soprattutto aspetta una donna che ami Whitefish. Ho trovato un ragazzo che all’apparenza risulta superficiale ma leggendo si scopre una persona che dentro di sé soffre e si protegge come può dalle delusioni, anche se a volte in modo troppo burbero. Giuditta sarà una bella gatta da pelare, e come ovvio, impossibile da ignorare e domare. Mi sono a poco a poco innamorata di lui, della sua strafottenza, della sua forza, della sua determinazione e della sua dolcezza. Me lo immaginavo come lo descrive Giuditta la prima volte che lo incontra “Credo che sia come un cavallo. Forte, selvaggio, indomabile.” e per tutto il testo la sua immagine a petto nudo ha invaso la mia mente!

Il romanzo strutturalmente è perfetto. Standalone, la scrittura è pulita, fluida e scorre in modo veloce. Seguendo il pov della protagonista femminile troverete un testo ironico, divertente e pieno di sentimenti reali.
Inoltre niente è lasciato al caso. Il luogo dove si svolge tutta la storia, Whitefish, con i suoi laghi e paesaggi incontaminati è affascinante. Ho cercato su internet notizie e mi si è aperto un mondo. Andate anche a voi a cercare questi luoghi e vi assicuro che vi verrà voglia di andare a vedere con i vostri occhi il panorama di cui può godere la nostra Giuditta.
Insomma se siete in cerca di spensieratezza Punizione divina fa per voi. Se siete in cerca di divertimento, amore, disastri, emozioni Punizione divina fa per voi.
Dovete per forza leggere questo romanzo e farvi accompagnare da Giuditta in questa avventura!!!
Ed ora, per chiudere, cara Paola, ti ricordo che sono non pronta, di più, per la storia di Mike! Quanto mi farai aspettare ancora per conoscere meglio Mr. Culo Perfetto?! Merito di toccare con mano tale magnificenza, non credi??!!




Biografia

Paola Chiozza è nata nel 1990. Da sempre amante della lettura, scrive il suo primo romanzo a soli diciassette anni. Nel 2013 si iscrive alla writing community Wattpad e inizia a condividere le proprie opere sul web. Nel corso degli anni ha vinto diversi concorsi letterari. È stata ospite al Salone Internazionale del Libro di Torino e ha collaborato con RAI Radio 2 per la trasmissione “Ovunque6”. Nel 2016 esce il suo romanzo d'esordio e nel 2017 pubblica il suo primo libro per bambini “Pino: l'abete curioso”. Attualmente vive in Emilia Romagna.

Mail: chiozza.businessinquiries@aol.com
Editore: Adriano Salani Editore

Paola Chiozza Amazon author central
Facebook: Paola Chiozza - MolokoVellocet Factory™
Instagram: @paolachiozzamv


Nessun commento:

Posta un commento